Showing all 8 results

Cocaina. La cocaina è una droga stimolante che crea dipendenza. Per migliaia di anni, le persone in Sud America hanno masticato e ingerito foglie di coca (Erythroxylon coca), la fonte della cocaina, per i loro effetti stimolanti.1, 2 La sostanza chimica purificata, la cocaina cloridrato, è stata isolata dalla pianta più di 100 anni fa

All’inizio del 1900, la cocaine purificata era il principale ingrediente attivo di molti tonici ed elisir sviluppati per curare un’ampia varietà di malattie. Prima dello sviluppo dell’anestetico locale sintetico, i chirurghi usavano la cocaine per bloccare il dolore.1 Tuttavia, da allora la ricerca ha dimostrato che la cocaina è una sostanza che crea forte dipendenza che può alterare la struttura e la funzione del cervello se usata ripetutamente.

Oggi, la cocaina è una droga di Tabella II, il che significa che ha un alto potenziale di abuso ma può essere somministrata da un medico per usi medici legittimi, come l’anestesia locale per alcuni interventi chirurgici agli occhi, all’orecchio e alla gola. I commercianti spesso lo diluiscono (o “tagliano”) con sostanze non psicoattive come amido di mais, talco, farina o bicarbonato di sodio per aumentare i loro profitti. Possono anche adulterare la cocaine con altre droghe come la procaina (un anestetico locale chimicamente correlato) o l’anfetamina (un altro stimolante psicoattivo).2,3 Alcuni consumatori combinano la cocaine con l’eroina.2

Le persone abusano di due forme chimiche di cocaina: il sale cloridrato solubile in acqua e la base di cocaina insolubile in acqua (o base libera). Gli utenti iniettano o sniffano il sale cloridrato, che è una polvere. La forma base della cocaine viene creata elaborando la droga con ammoniaca o bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) e acqua, quindi riscaldandola per rimuovere il cloridrato per produrre una sostanza fumabile.

357.9010,088.90
355.9910,050.90
340.3710,079.60
357.6710,034.99
350.9810,050.70